“RI-PARTIRE, sportello di informazione, orientamento e supporto per cittadini, famiglie e imprese che devono affrontare le difficoltà derivanti dall’emergenza Covid-19” : l’iniziativa promossa da Fondazione Banco di Napoli e Ordine avvocati si identifica nel protocollo d’intesa sottoscritto ieri che si pone come obiettivo quello di favorire e creare le condizioni perché chiunque abbia delle problematiche da sovraindebitamento, possa acquisire le corrette informazioni per una valutazione dei presupposti a mezzo di un apposito sportello istituito per studiare i presupposti della legge 3/2012 e delle concrete possibilità ad accedere alle procedure. La Fondazione metterà a disposizione dell’utenza lo sportello sovraindebitamento, l’Ordine degli avvocati fornirà ai cittadini informazioni gratuite e avrà cura di indicare alla Fondazione il calendario di presenze con l’elenco dei professionisti che si alterneranno allo sportello. La firma del protocollo tra Fondazione e Ordine è avvenuta nella sede della Fondazione, rappresentata dal presidente Rossella Paliotto e dal consigliere Francesco Caia, mentre il Foro napoletano era rappresentato dal presidente Antonio Tafuri, dal consigliere tesoriere Elena De Rosa, dal consigliere Loredana Capocelli e dall’avvocato Sergio Longhi che sarà il referente del COA per il monitoraggio del corretto svolgimento del protocollo.

print